in tutti i sogni c'è sempre una stella
PONDERANO
official web site
NEWS
 

SFUMA LA FINALE

domenica, 3 Giugno 2018




La Prima Squadra perde di misura per 1-0 contro la Crevolese al terzo turno dei playoff di Prima Categoria e dice così addio al sogno Promozione ad un passo dal traguardo. Saranno gli ossolani a giocarsi a sorpresa Domenica prossima la finale sul campo del River Mosso, capace oggi di andare ad espugnare il fortino della più blasonata Ivrea 1905 con un perentorio 2-0.

 

DOM 03.06.2018 – ore 15:30
Campo A. Picchi
VERRONE (BI)

 

PONDERANO
0
CREVOLESE
1

 

marcatori:
12° Fusè CRE

calci d’angolo: 7-8

Arbitro:
sig. Moncalvo
sezione di Collegno

 

PONDERANO

1
Sazimanoski
2
Filopandi
3
Gilardino
4
Alberto
5
Cagnoni
6
Rosso
7
Ferrigno
8
Pellegrino M.
9
Friddini
10
Rizzo
11
Montonera

12
Guzzone
13
Dani
14
Giavarra
15
Pellegrino A.
16
Lovati
17
Scardoni
18
Novella

allenatore: D’Ambrogio

 

MARCATORI

19
Friddini
6
Patti
4
Alberto
4
Montonera
4
Novella
3
Rizzo
2
Ferrigno
2
Ivaldi
1
Dani
1
Lovati
1
Pellegrino A.
1
Pellegrino M.
1
Rosso
1
Spalla

Finiscono i playoff dei nerostellati con la Prima Squadra che perde di misura per 1-0 l’incontro casalingo con la Crevolese a Verrone. Primi trenta minuti in netta difficoltà e molto probabilmente dovuta alle tre settimane di inattività agonistica in attesa di conoscere gli avversari di oggi.
Dopo la rete subita al 12° la gara diventa più equilibrata ma due pali colpiti da Rizzo e Friddini e tre decisioni arbitrali molto dubbie ci tolgono le speranze. Permangono forti dubbi su di un gol annullato a Friddini e due atterramenti in area sui quali il direttore di gara sorvola penalizzandoci definitivamente.
Gara casalinga che si disputa a Verrone per il Meroni impegnato da tempo da un Torneo Nazionale, sono due i risultati che abbiamo a disposizione. Avversari in maglia blu, noi con la seconda maglia bianca e si parte con le assenze tra i nostri di Patti e Ivaldi.
Partono meglio gli avversari reduci da due imprese consecutive e alla prima occasione al 12° vanno in vantaggio. Rimessa laterale a loro favore e cambio campo con un cross che pesca la punta che serve dietro un compagno che in diagonale insacca. Il tempo per raddrizzarla c’è ma nei primi trenta minuti siamo in netta difficoltà e la palla è costantemente tra i piedi avversari. Al 20° tiro deviato in angolo da Sazimanoski che si ripete sei minuti dopo con un miracolo su colpo di testa avversario su angolo.
Entriamo ora in partita e al 34° Montonera batte rapidamente una punizione a Gilardino che tenta un pallonetto che esce di poco. Corre il 36° con un fallo da ultimo uomo in area ai danni di Friddini, avversario espulso ma tra lo stupore generale il direttore di gara assegna una punizione dal limite tra le nostre proteste. Un minuto dopo bis dell’arbitro che annulla una rete a Rizzo per fuorigioco dopo aver sfruttato una respinta del portiere su bel tiro di Friddini. Un dettaglio, un video girato casualmente da dietro la porta sembrerebbe confermare la validità della marcatura, ma non è giornata. E infatti la conferma arriva al 40° con cross di Alberto e colpo di testa di Rizzo che colpisce il palo. La palla ritorna in campo e Friddini non centra la porta.
Si va al riposo e la prima occasione della ripresa al 54° è un tiro ossolano deviato dal nostro numero uno che si ripete un minuto dopo. Al 56° siamo in avanti e Friddini viene risteso in area con l’arbitro che fa ampi gesti di continuare tra nuove proteste, la palla esce fuori area e Ferrigno innervosito per il secondo intervento dubbio in area non sanzionato colpisce ingenuamente da tergo l’avversario con il pallone tra i piedi e rimedia il secondo giallo e l’espulsione. Ora risiamo dieci contro dieci.
Pericolo al 67° con la punta che va via a un nostro difensore, entra in area ma per fortuna sbaglia clamorosamente. Al 78° avversario a tu per tu con il nostro portiere ma gli tira addosso. Tentiamo il tutto per tutto nel finale e al 90° siamo sfortunatissimi con una punizione di Friddini che deviata colpisce la traversa e la palla che finisce ad Alberto ma il suo tiro è salvato fortunosamente sulla linea di porta. Svaniscono qui le nostre speranze e arriva il triplice fischio.












CAMPIONE REGIONALE
2013-2014